L’ AMALGAMA dentale è un composto metallico con Mercurio – Rame – Argento – Zinco – Palladio – Iridio

Sebbene Paracelso nel 1500 riportasse che ” Dose venenum facit”( E’ la dose che “fa” il veleno, ovvero  tutto può essere velenoso a seconda delle dosi) l’AMALGAMA dentale è un materiale potenzialmente pericoloso indipendentemente dalle dosi: uno dei composti della AMALGAMA dentale infatti è il mercurio. Questo metallo è presente in forma liquida a temperatura ambiente e pertanto evapora costantemente vapori tossici. Il mercurio perciò può essere sia inalato che ingerito da chi porta otturazioni in AMALGAMA indipendentemente dal loro uso.

Nel filmato visibile nel link sottostante è possibile vedere l’evaporazione del mercurio a temperatura ambiente.

Emissione di mercurio dalle otturazioni in amalgama

Quando la temperatura aumenta ( in ambiente orale o mangiando cibi caldi ) l’evaporazione aumenta di molto.

Il mercurio è tossico sia per l’uomo che per tutti gli animali e l’ambiente. Possiamo vedere al microscopio i suoi effetti su una cellula umana.

In Italia il suo uso è regolato da questo Decreto:

    • Decreto 10 ottobre 2001 Min Sirchia
    • art.2 f) evitare per prudenza la posa e la rimozione dell’amalgama in pazienti con allergia per l’amalgama, gravidanza, allattamento, bambini sotto i sei anni d’età, pazienti con gravi nefropatie;
    • g) in caso di sopravvenute reazioni locali, in particolare di lesioni lichenoidi in vicinanza di un amalgama, o nei casi, sicuramente accertati, di allergia a tale materiale, è indicata la rimozione dell’otturazione.

il 20 giugno 2007 il Parlamento europeo aveva votato un piano per vietare il commercio di mercurio e quindi arrivare ad un bando progressivo dell’uso del mercurio secondo quanto fino ad allora elaborato dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP 2006)

la Danimarca varò il 1º ottobre 2008 la sua legge nazionale che vietava qualsiasi uso di amalgama dentale e qualsiasi uso di mercurio, seguendo l’esempio della Norvegia che aveva fatto questo il 1º gennaio 2008.

La Svezia approvò una legge che vietava l’uso di amalgama dentale il 1º giugno 2009.

Le normative vigenti in tutto il mondo relegano l’amalgama dentale che esce dallo studio odontoiatrico allo status di rifiuto speciale. In Italia l’amalgama dentale è classificata come rifiuto speciale pericoloso dal Decreto Ronchi.2009

Lars Friburg (consigliere capo dell’Oms e forse il più autorevole studioso al mondo di mercurio) alla Bbc diceva: “Non esiste un livello sicuro di mercurio e gli amalgami non dovrebbero essere utilizzati


L’ALCHIMIA DELL’AMALGAMA:

Le ipocrisie scientifiche hanno sempre sostenuto il paradosso che la sostanza più neurotossica, il mercurio, componente ESSENZIALE dell’amalgama, fosse considerata materiale pericoloso prima dell’utilizzo e rifiuto tossico-nocivo dopo l’utilizzo e che attraverso chissà quale incredibile alchimia diventasse inerte in bocca.

Inoltre nell’amalgama c’è anche argento, palladio, rame, iridio…..

Le alternative valide ormai esistono da più di 30 anni. Oggi la grande sfida è rimuovere le vecchie amalgame in massima sicurezza senza dispersione. Come? Clicca qui !